Topic Origini

Ida Nomi Venerosi Pesciolini

Ida Nomi Venerosi Pesciolini

E Basket fu

Nel cuore di Siena, un'insegnante decide di tradurre alle sue ginnaste un nuovo esercizio che arriva dagli Stati Uniti. Più che un esercizio, è una nuova disciplina, destinata a diventare uno degli sport di squadra più seguiti. Per vincere, bisogna lanciare la palla in un canestro...

di Melania Sebastiani

continua→

Paralimpiadi

L'invenzione di Ludwig Guttmann

I giochi paralimpici nacquero in Gran Bretagna grazie all’attività del neurologo Ludwig Guttman, convinto dell’importanza dello sport nei processi di riabilitazione dei disabili. I primi atleti paralimpici furono soldati con lesioni spinali. Tramite la competizione sportiva Guttmann riuscì a restituire loro la voglia di vivere. In seguito fu un medico italiano a dare all’evento una dimensione mondiale...

di Alice Figini

continua→
Sport femminile

Dispari

Storie di sport, media e discriminazioni di genere

Mara Cinquepalmi dedica un ebook alla questione femminile nello sport. Un tracciato partecipato, attuale, storico, pieno di spunti e intersezioni. Il connubio tra sport femminile e stereotipi sessisti resiste oggi, più vivo che mai, malgrado siano passati più di 80 anni da quando Coni e Vaticano pretesero di decidere a quali discipline dovevano dedicarsi le donne per impedire "un’eccessiva degenerazione dei costumi". Qualcuno sta alzando la testa, sui campi e nelle istituzioni...

di Melania Sebastiani

continua→
La locandina del Mundial Dimenticato

Il fantastico Mondiale del ‘42

Suggestioni storiche

Storicamente è risaputo che per i Giochi Olimpici si fermavano le guerre. Ma non successe mai che le guerre si fermassero per i mondiali di calcio. Eppure, ci fu un visionario che sotto i bombardamenti della Seconda Guerra Mondiale volle continuare a far correre il pallone in Patagonia, nella speranza, tutta nobile e tutta idealista, di far cessare i conflitti. Nel 2012 Filippo Macelloni e Lorenzo Garzella decidono di ridare alla leggenda una forma, quella del documentario...

di Melania Sebastiani

continua→

Storia 12 – Il lungo tramonto delle Olimpie

I Giochi dimenticati

Alla metà del III Secolo iniziò il tramonto definitivo delle Olimpie. La Grecia non poteva più competere con le ricche province dell’Impero, e una terribile pestilenza nel 260, seguita da una disastrosa invasione dei barbari Eruli diedero il colpo definitivo. Le Olimpie continuarono, ma senza splendore e progressivamente dimenticate da pubblico e atleti…

di Danilo Francescano

continua→

Gli Harlem Globetrotters

I magici Giramondo del parquet

C’è una squadra di basket che non partecipa a nessun campionato, ma è definitivamente entrata nella leggenda. Giocolieri senza pari, funamboli del pallone, istrioni del parquet: gli Harlem Globetrotters, gli ineguagliabili giganti neri, dal 1927 riempiono ed esaltano i palasport di tutto il mondo…

di Mattia Pintus

continua→

Storia 11 – L’agonismo tra Antonini e Severi

I Principi e i Giochi

Nel II e III Secolo, epoca degli Antonini e dei Severi, i giochi atletici vivono un lungo momento di splendore e si diffondono nell’Impero. Nella stessa Roma, due sovrani ideologicamente opposti come Elagabalo e Gordiano Pio tentano con diverso successo di dare una periodicità regolare agli agoni alla greca…

di Danilo Francescano

continua→

L’agonismo nell’Antico Egitto – 2

Una civiltà di atleti

Nel corso della plurimillenaria storia dell’Egitto antico, l’attività fisica fu al centro della vita sociale. Gli stessi potentissimi e semidivini faraoni si rivelarono spesso grandi atleti. È il caso ad esempio di Amenothep II e di Ramses II, che, aiutati da un fisico superiore alla media, compirono imprese agonistiche giunte sino a noi attraverso il tempo...

di Danilo Francescano

continua→

Storia 10 – L’agonismo nell’Italia del I Secolo

Sebastà e Capitolia

Con il I Secolo e il consolidarsi del regime imperiale l’agonismo entra a pieno titolo negli usi dell’Italia romana. E’ il momento d’oro dei Sebastà partenopei, cui si rivolge l’interesse dei principi. Poi l’eruzione del Vesuvio nel 79 segna l’inizio del declino della Campania Felix e presto i Capitolia romani di Domiziano soppiantano i Giochi di Neapolis…

di Danilo Francescano

continua→

Storia 9 – Tra Repubblica e Impero

L'atletismo nell'età di Cesare e di Augusto

Superando l’opposizione della parte più conservatrice della politica romana e di intellettuali come Cicerone, l’agonismo alla greca si consolida anche in Italia. Nel momento di passaggio tra Repubblica ed Impero, Cesare e Ottaviano Augusto organizzano spettacoli e giochi legati alle discipline atletiche…

di Danilo Francescano

continua→

L’agonismo nell’Antico Egitto – 1

La lotta ai piedi delle piramidi

Un millennio e mezzo prima dei Giochi Sacri dell’Ellade antica, l’Egitto dei Faraoni conobbe e praticò alcune delle discipline agonistiche che sono giunte sino a noi. Le tombe e i templi che testimoniano della grandezza di questa cultura ce consegnano le tracce, ad iniziare dall’antica e nobile arte della lotta...

di Danilo Francescano

continua→

Storia 8 – Gli Athla in Italia

Arrivo e diffusione

Nel 540 a.C. gli athla, ossia le competizioni alla greca, penetrarono nella cultura etrusca, modificando rapidamente la concezione dei giochi tradizionali e delle onoranze funebri dei Tirreni, ma vedendo di contro modificata la propria sacralità in senso spettacolare. Molto più lenta fu invece l’osmosi nella cultura romana, per l’ostilità delle classi conservatrici...

di Danilo Francescano

continua→

Maracanã

Dove il calcio diventa epopea

È stato lo stadio del Maracanaço e del Milésimo di Pelè, dei dribbling di Garrincha e delle punizioni di Zico. Oggi il Maracanã ha cambiato pelle, grazie a imponenti lavori di ristrutturazione che sono tra le ragioni delle proteste popolari esplose durante la Confederations Cup. Uno specchio delle contraddizioni di un Paese in cui le partite di calcio sono tornate ad essere solo un gioco...

di Danilo Francescano

continua→

Storia 7 – I giochi nell’Italia pre-romana

L'agonismo prima di Roma

L’atletismo non era una peculiarità della Grecia. Altri popoli in tutto il Mediterraneo antico praticarono forme di agonismo, anche se con modi e finalità diverse. Nell’Italia che Roma non aveva ancora unificato sotto il suo dominio, civiltà come quella etrusca diedero vita a manifestazioni agonistiche e a capolavori artistici di ispirazione ludica…

di Danilo Francescano

continua→

Storia 6 – I Giochi panmediterranei

L'ascesa di Roma

A partire dal II secolo a.C. , Roma estende gradualmente il suo dominio sul Mediterraneo. Si affievolisce l'ellenicità dei Giochi Sacri, cui vengono ammessi atleti dall'intero mondo romano. Per l’agonismo comincia l’epoca dello spettacolo e del professionismo. Con l’imperatore Adriano e gli Antonini gli ultimi veri momenti di splendore di Olimpia prima di un lungo tramonto...

di Danilo Francescano

continua→

Numismatica Sportiva – 2

Agonismo e monetazione greca - II puntata

La moneta fu un’invenzione degli Elleni che, in seguito al declino del baratto, pensarono di calcolare il valore di una merce in pezzi di metallo, apponendovi dei simboli per testimoniarne la validità. Eternare la gloria agonistica su una moneta diventò, fin da subito, il modo migliore per far conoscere ai posteri e al resto del mondo i trionfi della propria città o quelli personali degli stessi governanti...

di Danilo Francescano

continua→

Numismatica Sportiva – 1

Agonismo e monetazione greca- I puntata

La moneta fu un’invenzione degli Elleni che, in seguito al declino del baratto, pensarono di calcolare il valore di una merce in pezzi di metallo, apponendovi dei simboli per testimoniarne la validità. Eternare la gloria agonistica su una moneta diventò, fin da subito, il modo migliore per far conoscere ai posteri e al resto del mondo i trionfi della propria città o quelli personali degli stessi governanti...

di Danilo Francescano

continua→

Storia 5 – Il declino

Olympia e il tramonto della libertà greca

Il passaggio tra il secolo IV a.C. e il III avviene in anni estremamente travagliati, in cui l’agonismo passa in sottordine di fronte ai problemi geopolitici dell'area. Con il progredire dell’epoca ellenistica si assiste, inevitabilmente, a una drastica diminuzione di prestigio e di centralità degli appuntamenti agonistici classici...

di Danilo Francescano

continua→

Il semaforo di Kensington Street

L'invenzione dei cartellini giallo e rosso

Dall'ammonizione del sovietico Kakhi Asatiani, in Messico-URSS nel 1970, all'espulsione del cileno Carlos Caszley, nel match contro la Germania nel 1974. Storia di un'invenzione che ha fatto epoca. E non solo nel calcio...

di Marco Della Croce

continua→

Storia 4 – I Giochi Panellenici

Tutti gli agoni della Grecia antica

Non fu solo Olympia ad ospitare importanti manifestazioni sportive, ma anche città come Mileto, Magnesia, Perge, Tessalonica, Alessandria, Filippopoli e Tralle. Al punto che Aristotele tentò di ricostruire la storia dell'Ellade attraverso le sue feste...

di Danilo Francescano

continua→

Storia 3 – I secoli d’oro di Olympia

Sport o politica?

Divenuti il contraltare pacifico delle guerre intestine del mondo ellenico, i Giochi Olimpici sono anche l'espressione del dominio politico di una città sulle altre. E, con buona pace del barone De Coubertin, lo sport comincia a diventare una professione...

di Danilo Francescano

continua→

Storia 2 – Dal mito a Olympia

L'evoluzione sociale dello sport

Dal torneo di krátos di Pelope alla corona di ulivo di Eracle, dalla Aonach Tailteann irlandese alle competizioni sportive in Egitto e in Persia, i prodromi dell'olimpismo dilagano in tutto il mondo conosciuto e giungono fino a noi grazie alla tradizione orale...

di Danilo Francescano

continua→

Storia 1 – L’età degli eroi

La cultura dell'affermazione del singolo

Gli albori dello sport e i primi agoni greci. Quando i miti erano Diomede, Aiace e Odisseo e Omero scriveva da primo grande cronista sportivo. L'agonismo alle estreme conseguenze in un'epoca in cui, in barba allo spirito dello moderne Olimpiadi, l'importante era vincere. Al via il primo appuntamento con il nuovo lavoro editoriale di SdS...

di Danilo Francescano

continua→
lottatori

Un’avventura lunga tremila anni

Lo sport come specchio della civiltà

Dalle imprese degli atleti ellenici alle epopee di Girardengo e di Fangio, di Pelè e di Muhammad Ali. Tre millenni di storia raccontati attraverso lo sport. A partire da mercoledì, con il primo capitolo di questa nuova impresa editoriale targata SDS....

di Danilo Francescano

continua→

Astylos di Kroton

Il primo mercenario

Anche le Olimpie antiche erano il momento in cui i migliori atleti del mondo si ritrovavano per confrontarsi in un variegato insieme di gare, in teoria prive di premio materiale. Spesso con onestà e lealtà, talvolta con imbrogli e trucchi più o meno evidenti, ma sempre con valenze sociali e soprattutto politiche. Aspetto questo che, come nelle moderne Olimpiadi, non solo non escludeva, ma anzi implicava un uso più o meno scoperto di incentivi concreti e del tanto esecrato (a parole) denaro. Emblematico il caso di Astylos di Crotone...

di Danilo Francescano

continua→