Topic In vetrina

Numismatica Sportiva – 1

Agonismo e monetazione greca- I puntata

La moneta fu un’invenzione degli Elleni che, in seguito al declino del baratto, pensarono di calcolare il valore di una merce in pezzi di metallo, apponendovi dei simboli per testimoniarne la validità. Eternare la gloria agonistica su una moneta diventò, fin da subito, il modo migliore per far conoscere ai posteri e al resto del mondo i trionfi della propria città o quelli personali degli stessi governanti...

di Danilo Francescano

continua→

Claudia Giordani

E l'altra metà del cielo si mise gli sci

Quando hai un padre telecronista sportivo e una madre campionessa di basket è normale respirare sport fin dall'infanzia. Claudia Giordani, medaglia d'argento ai Giochi Invernali di Innsbruck, dimostrò al mondo intero che anche le donne italiane sapevano andare sugli sci...

di Marco Tonelli

continua→
Sonja Henie

Sonja Henie

Una favola sui ghiacci

Il campione si distingue, rispetto ad un buon atleta, per l’innato talento miscelato al carattere, per la forza di volontà e per la grande passione. E non deve mancare, come diceva persino Einstein quando gli chiesero la formula per il successo, un pizzico di buona sorte. C'è stato tutto questo e anche qualcosa in più nella straordinaria parabola umana e sportiva di Sonja Henie....

di Lucio Iaccarino

continua→
Mexico 68 (elaborazione originale)

Mexico 1968

Giochi di record, giochi di sangue

Città del Messico, sabato 12 ottobre 1968. Sono passati solo dieci giorni dalla strage di Piazza delle Tre Culture, dove esercito e polizia hanno massacrato centinaia di studenti che manifestavano pacificamente. Dieci giorni surreali, che hanno lasciato il mondo allibito ed incredulo. Nel torrido pomeriggio d’inizio autunno Queta Basilio Sotero, velocista di Mexicali, accende il tripode dello Stadio Olimpico. Il nuovo podcast di Storie di Sport...

di Danilo Francescano

continua→

Fausto Coppi

Un uomo solo al comando

"Caro Giovanni, ti mando due corridori. Uno, il Coppi, vincerà”. La segnalazione, spedita via lettera nel 1939 dal massaggiatore Biagio Cavanna a Giovanni Rossignoli della Bianchi alla vigilia di una corsa a Pavia, è l’annunciazione di un campione, anzi, del Campionissimo...

di Graziana Urso

continua→